Il racconto di Carla

Sono da alcuni mesi, una volontaria della Casa Alloggio L'abbraccio e voglio raccontare la storia di tre bimbi:

PIETRO

Pietro ha cinque mesi e mezzo e non è un ospite della Casa, lo conosco molto bene perchè sono sua nonna. E' un bimbo solare pieno di entusiasmo e di curiosità. Sorride a tutti e soprattutto cerca di comunicare con tutti in ogni modo possibile.

Parla” con chiunque gli presti un minimo di attenzione, gioca con qualsiasi oggetto osservandolo prima, anche con la bocca, con molta attenzione. Pietro è vissuto dalla nascita con mamma, papà, nonni, bisnonni, zii e tanti amici.

 

GABRIELE

Questo bimbo vive presso la Casa Alloggio già da un po' di tempo, ha sei mesi e mezzo ed è un bel bambino paffuto. Non conosco la sua storia e non ha importanza.

Ciò che conta è che solo ora dopo mesi incomincia finalmente a sorridere ed ad emettere dei suoni per farsi capire. Prende in mano i giochi e cerca di chiacchierare con loro.

Sta tornando alla normalità.

 

MADDALENA

Questa piccolina è arrivata da poco alla Casa. Mi ha colpito sopratutto per i suoi grandi occhi scuri pieni di tristezza. So che può sembrare impossibile vedere un sentimento simile in un bimbo così piccolo ma questo è ciò che ho letto nei suoi occhi: tristezza e mancanza di fiducia.

Non piange, non ride, non gioca ; se qualcuno la prende in braccio si rannicchia sotto il mento con un ditino in bocca e aspetta....

Spero tanto che anche lei possa in breve tempo avere fiducia nel suo prossimo e tornare a sorridere come Pietro.

Carla

 

 
 

 

Banner